Tigre del Bengala

È conosciuta anche come Tigre del Bengala Reale o Tigre Indiana. Questo esemplare lo si trova nel subcontinente indiano e in Birmania. In India e in Bangladesh vivono principalmente nei parchi naturali Sundarbans e Ranthambore. Il parco naturale Sundarbans è la più grande foresta di mangrovie del mondo, si estende tra il delta dei fiumi Gange, Brahmaputra e Meghina; presenta una complessa rete di corsi d’acqua soggetti a maree, distese fangose e piccole isole. Il parco naturale di Ranthambore invece è situato nello Stato del Rajasthan in India e si trova sul versante orientale della catena degli Aravalli vicino ai monti Vindhya. questo parco sorge in un’area arida e rocciosa con alcuni laghi e fiumi non molto estesi. La Tigre del Bengala Reale si trova anche in Nepal dove vive nel parco naturale di Chitwan; qui si trova una fitta foresta attraversata da imponenti fiumi ed è una delle riserve più belle di tutta l’Asia.

Caratteristiche della tigre del Bengala

Questo tipo di tigre è la più grande e maestosa della sua specie, si adatta perfettamente ad ogni habitat e proprio per questa caratteristica si adatta alle foreste tropicali, subtropicali, alla savana, agli altopiani, ai pendii rocciosi e alle montagne. Preferisce comunque luoghi dove è presente una fitta vegetazione nella quale si mimetizza per poter cacciare, e dove c’è molta disponibilità di acqua. Le misure della tigre del Bengala sono per i maschi dai 2,7 ai 3,1 metri di lunghezza e dai 175 ai 260 kg. di peso, per le femmine da 2,4 a 2,6 metri di lunghezza e dai 100 ai 160 kg di peso. La pelliccia della tigre del Bengala è di colore arancione-rossiccio e le sue strisce sono nere o grigie mentre il ventre è di colore bianco.

Riproduzione della tigre del Bengala

Questa specie si accoppia solitamente in primavera, quando la femmina è fertile per circa 3/7 giorni. Dopo l’accoppiamento il maschio e la femmina restano insieme solo per alcuni giorni, infatti il maschio dopo poco si allontana e non prende parte alla nascita e alla cura della cucciolata. Dopo circa 15 settimane nascono i cuccioli (da due a quattro) e vengono allattati fino ai 6 mesi. Intorno alle sei settimane di vita la madre inizia a portare loro piccole prede da mangiare. Avvenuto lo svezzamento i cuccioli iniziano ad accompagnare la madre nelle battute di caccia per potersi impratichire dal momento che già a 18 mesi saranno in grado di nutrirsi da soli ed essere così indipendenti. La Tigre Bianca non è altro che la tigre del Bengala affetta da leucismo; il leucismo è un genere regressivo che provoca proprio la variazione del manto, infatti questa specie nasce con il manto bianco con strisce nere o marroni. Oltre alla particolarità del colore del manto, questa tigre ha gli occhi azzurri ed è strabica. La possibilità che la tigre nasca con il manto bianco è 1 su 10.000 in quanto sia la madre che il padre devono possedere il gene che inibisce la pigmentazione.