Dove vivono le Balene?

Le balene sono mammiferi che vivono in diverse aree geografiche del mondo, possiamo trovarle nell’Emisfero Australe, nel nord dell’Oceano Pacifico, nell’Oceano Atlantico ma anche nel Mar Mediterraneo. A seconda delle specie troviamo le balene in Groenlandia, in Norvegia, Isole Azzorre, Canarie soprattutto nel periodo estivo, a Madeira, in Brasile (Praio do Rosa), in Messico (Baja California, Baja Magdalena e San Ignacio), in Francia (Costa Azzurra, principato di Monaco e Corsica), in Italia (Liguria, Toscana, nord Sardegna e Canale di Sicilia) e lungo la costa occidentale del Stati Uniti come in Texas, California e Oregon

Indice dei contenuti

  1. Habitat della balena
  2. Cosa mangia la balena?
  3. Quanto misura la balena?
  4. Caratteristiche della balena
  5. Il comportamento della balena
  6. Riproduzione delle balene
  7. Minacce per la balena

Habitat della balena

La Balena logicamente vive solo ed esclusivamente in acqua e tende a stare dove le acque sono più calde, quindi nei mesi invernali la si può trovare vicino alle coste dalle quali migrerà durante le altre stagioni per poter mantenere alta la temperatura corporea. È una specie che si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di habitat, quindi le si può trovare sia in acqua salata che in acqua dolce. La maggior parte delle grandi balene vive in zone fredde, come nell’Artico e in Antartide, questo grazie allo strato di grasso molto elevato che gli consente di mantenere la temperatura corporea regolare, alcune vivono vicino alla costa dove non si trova ghiaccio mentre altre preferiscono proprio le zone con ghiaccio. Come detto alcune specie amano le acque calde quindi è facile trovarle anche nei nostri mari.

Cosa mangia la balena?

La Balena, visto le grandi dimensioni, deve mangiare grandi quantità di cibo per poter raggiungere l’alto livello di calorie che deve assumere giornalmente, quindi si nutre di un’ampia varietà di pesce e organismi acquatici. Non tutte le balene però si cibano in ugual modo infatti esistono le Balene Dentate e le Balene Barbute:

  • Le Balene dentate, essendo appunto dotate di denti ed essendo grandi cacciatrici, si nutrono di orsi polari, foche, leoni marini, pinguini, pesci e a volte di altre balene più piccole,
  • Le Balene barbute non avendo denti, questi vengono sostituiti da microfilamenti chiamati barbe, per questo si nutrono di piccoli animali. Solitamente assorbono l’acqua e la espellono con l’aiuto di questi microfilamenti barbuti che fanno da filtro, riuscendo ad intrappolare nella loro bocca un gran numero di organismi, tra i quali krill e plancton.

Possiamo dire che, in generale, le balene mangiano una quantità giornaliera di cibo pari l 4% del proprio peso corporeo.

Quanto misura la balena?

Le dimensioni della Balena in generale sono tra i 15 e i 38 metri ed il peso varia tra le 100 e le 180 tonnellate, questi dati variano però a secondo della specie. Si calcola che la Balena esistesse già tra i 50 e i 55 milioni di anni fa, e durante questo periodo evolutivo abbia sviluppato abilità fisiche tali da potersi spostare e vivere in acqua. È anche l’animale più pesante dell’intero pianeta e vivere in un ambiente terrestre sarebbe impossibile per lei, ma grazie all’acqua questo animale può vivere e muoversi rapidamente nonostante il suo peso. Essendo vissuta appunto circa 50 milioni di anni fa, si pensa che questo animale abbia dovuto forzatamente, visto la stazza e il peso, adattarsi all’habitat marino.

Caratteristiche della balena

La Balena ha un enorme cranio che occupa un terzo della lunghezza del suo corpo, le due pinne pettorali le assicurano di spostarsi agevolmente in acqua, mentre la pinna dorsale le fornisce equilibrio. Una peculiarità della balena è la coda in quanto è orizzontale, a differenza da quella del pesce che è verticale. Per respirare la Balena utilizza un foro nella parte superiore del cranio, chiamato sfiatatoio che le permette di prendere abbastanza aria per poter poi rimanere in immersione per una o due ore. La Balena ha una peluria molto sottile e leggera che appare più folta nei giovani esemplari mentre in quelli adulti o più vecchi è rada (ad occhio nudo e da lontano questa peluria non si vede e non la si può notare). Quando la giovane balena inizierà a mettere su grasso questa peluria si sfoltirà. Un’altra peculiarità della balena è quella di dormire solo con una metà del cervello alla volta, questo le consente di rimanere vigile per poter respirare, ma anche così facendo riescono ad riposare efficacemente.

Il comportamento della balena

La Balena ha uno sviluppato sistema di comunicazione ed è capace di essere ascoltato da altri esemplari della sua specie anche a chilometri di distanza. Le onde generate dalla balena per comunicare non sono percepibili all’orecchio umano a permette alla balena di essere sempre in contatto tra i vari gruppi, questo sistema è fondamentale soprattutto quando migrano. Una piccola curiosità sulla balena è quella che sembra che spruzzi acqua, in realtà non la spruzza. La balena come abbiamo già detto aspira aria dallo sfiatatoio che viene riscaldata dai polmoni e quando viene espirata è molto umida, entrando poi in contatto con l’aria esterna crea una condensa di vapore acqueo che assomiglia molto ad uno spruzzo, che è visibile anche a grandi distanze. La forma di questo spruzzo, l’altezza e la direzione variano di specie in specie quindi questo permette di riconoscere di che tipo di balena si tratta.

Riproduzione delle balene

La Balena femmina raggiunge la maturità sessuale intorno ai 7 anni di età, mentre il maschio intorno ai 10 anni di età e durante il corteggiamento il maschio combatte con altri maschi per conquistare il favore della femmina. Una volta accoppiati il maschio e la femmina si allontanano ma la femmina potrà avere altri partner durante il periodo degli amori. Il periodo di gestazione può variare dagli 11 ai 16 mesi, a seconda della specie e dalle condizioni migratorie. Una volta nato il cucciolo dipenderà totalmente dalla madre e dalle sue cure, la maggior parte delle volte nasce un solo cucciolo per parto. Il cucciolo quando viene allattato consuma circa 160 litri di latte al giorno, che gli consente di accumulare grasso, necessario per poter sopravvivere alle temperature più fredde. Resterà con la madre fino al primo anno di età, dopo di che inizierà a cacciare e a cibarsi autonomamente. Il periodo di vita delle balene è calcolato tra i 60 e i 70 anni.

Minacce per la balena

Il pericolo maggiore per queste specie è la caccia, che in alcune zone diventa una propria e vera mattanza, ma non è il solo ed unico pericolo. Altri pericoli per la balena sono l’impatto dell’uomo sugli ecosistemi marini, il cambiamento climatico, l’inquinamento acustico e chimico dei mari, l’aumento del traffico marittimo e non per ultimo lo sfruttamento eccessivo delle risorse ittiche. Alcune specie di balene sono a rischio estinzione.

Ti potrebbero interessare anche: