Dove vive il coccodrillo?

Se vuoi sapere dove vivono i coccodrilli più belli e pericolosi del mondo sei nel posto giusto, questo incredibile animale lo si può trovare nelle aree geografiche di Africa, Australia, Asia, Oceania, India e in alcuni stati degli Stati Uniti d’America. Il coccodrillo può vivere sia in acqua dolce che in acqua salata (quindi anche nel mare), ma normalmente cercano acque in cui la salinità è adeguata in quanto fornisce all’organismo dei sali minerali ottimali per questo rettile. In natura vivono in aree calde in quanto il loro corpo riesce a regolare la temperatura corporea, ed entrano in acqua per rinfrescarsi e per bere. Se non hanno a disposizione acqua i coccodrilli scavano nella sabbia e nel fango per potersi rinfrescare. Possiamo trovarli, come detto, in vari tipi d’acqua come fiumi, laghi, lagune, e zone umide. Nelle zone umide, quindi con alta umidità, durante la stagione delle piogge si creano delle pozzanghere dove i coccodrilli si immergono. I coccodrilli sono anche in grado di vivere in acqua salata, dove altri rettili come gli alligatori non riescono a vivere. Non hanno una predilezione per l’acqua dolce rispetto a quella salata, basta solo che riesca a trovare quello che li soddisfa. E’ comunque necessario che l’habitat del coccodrillo sia molto umido in modo tale da mantenere il suo corpo sempre fresco e per permettergli una crescita sana. I coccodrilli hanno una percezione sensoriale, una specie di radar, che gli permette di riconoscere l’habitat naturale dove sono cresciuti e anche se vengono rimossi, per portarli in altri luoghi , farà tutto il possibile per poter tornare in quel posto.

Indice dei contenuti

  1. Tipi di coccodrillo
  2. Caratteristiche del coccodrillo
  3. Cosa mangia il coccodrillo?
  4. Qual'è il verso del coccodrillo?
  5. Riproduzione dei coccodrilli
  6. I coccodrilli sono in pericolo di estinzione?

Tipi di coccodrillo

Abbiamo scelto per te le specie di coccodrillo più belle e pericolose del mondo, facendo click nel nome o nella immagine otterrai più informazioni.

Caratteristiche del coccodrillo

Il suo nome scientifico è Crocodylus niloticus e la differenza tra i coccodrilli e gli alligatori è nella forma del loro muso, infatti i coccodrilli hanno il muso a forma di V, quindi allungato, mentre gli alligatori a forma di U. La specie del coccodrillo ha origine circa 200 milioni di anni fa e nel corso del tempo si sono modificate alcune caratteristiche. Il suo corpo è allungato e piatto e la sua coda è quasi il 50% della lunghezza totale del coccodrillo. Il ventre è di colore chiaro rispetto al dorso ed è anche è più morbido, infatti la parte superiore nella maggior parte dei coccodrilli è protetta da creste e protuberanze ossee. La bocca è allungata e ha denti affilati e molto potenti in grado di rompere qualsiasi cosa, come ad esempio le conchiglie dei molluschi o addirittura le ossa di altri animali. La forza della mascella è davvero impressionante ad esempio un piccolo del peso di 50 chilogrammi è in grado di esercitare una forza di 700 chilogrammi. È lungo 6 metri e pesa 1700 chilogrammi e i suoi arti sono corti, per questo motivo si muove molto lentamente sulla terraferma, a differenza che in acqua. Infatti sulla terraferma raggiunge una velocità di 2-4 km/h mentre nell’acqua i piedi palmati lo aiutano ad essere veloce anche se il suo movimento è dato dalla coda. I polmoni dei coccodrilli sono grandi e gli permettono di resistere sott’acqua fino a sei ore se in movimento, mentre se sono fermi l’energia immagazzinata non muovendosi permette loro di resistere due giorni completamente immersi. Il suo cervello è piccolo rispetto al corpo, ma è caratterizzato dalla corteccia cerebrale composta di materia grigia, come negli esseri umani. Questo gli consente di avere una buona memoria ed essere molto intelligente, Il cervelletto gli da modo di controllare i movimenti più complessi soprattutto in acqua. La vista e l’olfatto sono sensi molto sviluppati in questa specie. Il coccodrillo passa parecchie ore a prendere il sole sulle rive per poter poi mantenere le energie per la notte quando è attivo. E’ un animale dal comportamento molto dominante all’interno del suo territorio, ed arriva a difenderlo con gesti fisici e vocalizzazioni. Come abbiamo detto il coccodrillo può vivere sia in acqua dolce che in acqua salata e quindi nel mare, la specie che vive in acqua salata è il più grande rettile vivente al mondo. Infatti è lungo dai 4,5 ai 5 metri e il suo peso varia dai 600 ai 1000 chilogrammi.

Cosa mangia il coccodrillo?

Essendo un carnivoro si ciba di granchi, rane, tartarughe, insetti e altri piccoli animali quando è giovane, mentre da adulto di pesci, carogne, uccelli acquatici e grandi mammiferi come bufali, gnu, impala, zebre ecc. quando si avvicinano alla riva per abbeverarsi. I coccodrilli non masticano la preda, la scuotono con molta forza in modo che vengano tagliati e strappati dai denti. Facendo questo qualche dente sicuramente si può rompere ma il coccodrillo ha la capacità di rigenerarne di nuovi. La tecnica di caccia consiste nell’avvicinarsi in maniera cauta e furtiva stando sott’acqua in modo da non lasciare tempo alla preda di poter reagire. Afferrano la preda portandola poi sott’acqua per annegarla torcendo il corpo della preda in modo che si “strappi”. Poiché il coccodrillo non riesce a masticare piccoli pezzi ne taglia pezzi grandi e li mangia interi, infatti gli acidi che ha nello stomaco gli permettono di digerire sia le ossa che i gusci. Questa specie può anche variare il suo metabolismo in carenza di cibo, infatti il 60% del cibo che mangia viene convertito in grasso per poter sopravvivere senza mangiare anche senza due anni, se sono esemplari molto grandi.

Qual'è il verso del coccodrillo?

Di seguito troverai un breve video dove si può ascoltare che verso fa il coccodrillo, inoltre troverai varie immagini di questo gigante.

Riproduzione dei coccodrilli

La maturità sessuale del coccodrillo avviene per le femmine verso i 10 anni mentre per i maschi verso i 15 anni. Il coccodrillo è oviparo quindi si riproduce attraverso le uova, l’accoppiamento avviene in acqua nel periodo che va tra agosto e settembre, e in quei giorni la coppia resta sempre insieme. È la femmina che solitamente si occupa di cercare un posto riparato per poter creare il nido, creato per lo più con materiale vegetale e fango e posto sotto terra. Nel nido vengono depositate 40 uova di circa 5-9 centimetri e il periodo di incubazione è di circa 90 giorni, dopo di che le uova si schiuderanno tutte insieme. I coccodrilli nati staranno accanto ai genitori per circa 4 settimane dopo di che potranno iniziare a cacciare e cibarsi in autonomia. Una cosa curiosa è che il sesso dei coccodrilli dipende dalla temperatura ambientale, infatti se la temperatura è inferiore ai 29° tutti i cuccioli nasceranno femmine.

I coccodrilli sono in pericolo di estinzione?

Alcune specie di coccodrillo sono in grave pericolo di estinzione in quanto l’uomo continua nonostante tutto a cacciarlo, la sua pelle è molto pregiata visto che è molto resistente e questo permette creare portafogli, cappotti, borse, scarpe, cinture e complementi di arredo. Anche la distruzione dell’habitat naturale è una delle principali cause di estinzione di questa specie.

Ti potrebbero interessare anche: