Dove vive la tartaruga?

La tartaruga è presente in tutti i continenti: Africa, America, Europa, Asia e Oceania, l'unico luogo nel quale non la si può trovare è l’Antartide. La biodiversità si questa specie si concentra maggiormente nelle aree geografiche tropicali e subtropicali ma anche in quelle temperate. La tartaruga e la testuggine fanno parte dell’ordine delle Testudines o Chelonia e della classe dei rettili. Nel linguaggio comune il termine tartaruga e indica sia la tartaruga che la testuggine, ma esistono delle differenze tra questi due animali:

  • Tartaruga: a questa categoria appartengono tutte le specie acquatiche di acqua dolce o marina. Queste tartarughe hanno gli arti trasformati in pinne, tra gli artigli hanno delle membrane e hanno il carapace basso, la maggior parte di questa specie è carnivora.
  • Testuggine: sono tartarughe non marine che si sono adattate a vivere sulla terraferma e sono erbivore. hanno il carapace rialzato e hanno artigli possenti con 5 dita fornite da artigli.

Indice dei contenuti

  1. Cosa mangiano le tartarughe?
  2. Habitat della tartaruga
  3. Caratteristiche della tartaruga
  4. Riproduzione delle tartarughe
  5. Curiosità sulla tartaruga

Cosa mangiano le tartarughe?

Le tartarughe acquatiche mangiano prevalentemente carne come pesci soprattutto quando sono giovani, da adulti mangiano pesce , meduse. plancton, crostacei e calamari. Le tartarughe terrestri essendo erbivore si cibano di piante, erba, frutta.

Habitat della tartaruga

Vivendo in ogni continente sia nei mari che sulla terraferma ha una grande varietà di habitat. Vediamo nello specifico l’habitat naturale delle tartarughe marine e quelle di terra:

  • Tartaruga marina: trova il proprio habitat inizialmente nella superficie d’acqua del mare aperto e successivamente nei bassi fondali. Vive tranquillamente sia nelle acque degli Oceani, come quello Indiano, Atlantico, e Pacifico ma anche nel Mar Mediterraneo e nel Mar Nero. Nel Mar Mediterraneo depongono le uova nella parte orientale, quindi tra la Grecia, la Turchia, Cipro e la Libia.
  • Tartaruga terrestre: il proprio habitat naturale lo trova principalmente nelle foreste di querce, tra erba e arbusti. In inverno la tartaruga di terra si copre con uno strato di terra per poter ottenere una temperatura corporea più alta rispetto alla temperatura esterna e scava buche in quanto proprio nel periodo invernale va in letargo. Durante il periodo estivo invece scava delle buche semplicemente per sfuggire al caldo torrido, in quanto la terra resta sempre più umida, quindi riesce così a mantenere la temperatura corporea costante, questo fenomeno si chiama estivazione.

Delle tartarughe sono state stimate 7 specie marine, 240 d’acqua dolce e 45 sono terrestri.

Caratteristiche della tartaruga

Della tartaruga esistono varie specie di taglia e peso differenti infatti, le più piccole possono misurare dai 3-4 centimetri mentre le più grandi possono arrivare fino ai 2 metri e oltre e pesare fino a 700 chilogrammi. Ha un guscio protettivo molto molto resistente e coriaceo, la parte superiore si chiama carapace mentre la parte inferiore piastrone ventrale. Le piastre ossee che formano sia il carapace che il piastrone ventrale vengono chiamate scuti. Il carapace e la piastra ventrale sono uniti da un ponte osseo che permette di avere un apertura anteriore per la testa e una posteriore per la coda. Le mascelle della tartaruga sono prive di denti e sono ricoperte da un astuccio corneo detto “becco”. Questa specie di animale non ha lo sterno in quanto le costole toraciche e le vertebre sono saldate insieme allo scudo. Gli arti nella parte terminale hanno 5 dita fornite di unghie, questo nelle tartarughe di terra, mentre in quelle acquatiche e marine gli arti si sono trasformati in specie di pale (pinne) che consentono appunto di nuotare. Il collo, a seconda delle specie è più o meno lungo, con la pelle morbida e nella maggior parte delle specie è retrattile, come la coda e gli arti. Il guscio osseo non permette alla muscolatura toracica di esistere e di svilupparsi e proprio per questo i muscoli degli arti e del collo sono molto più forti. Gli occhi della tartaruga sono piccoli con la pupilla rotonda, il suo udito non è molto sviluppato ma sono sviluppati sia l’olfatto che il tatto. Il colore della tartaruga sul carapace è bruno-verde mentre sul piastrone ventrale il colore è più chiaro con sfumature di colore giallo. È un animale molto longevo e nonostante cresca molto lentamente, come abbiamo detto prima, in alcuni esemplari la lunghezza può superare i 2 metri.

Riproduzione delle tartarughe

Partendo dal presupposto che anche le tartarughe marine depositano le uova sulla terraferma, di seguito illustriamo come si riproduce la tartaruga. La maturità sessuale, crescendo molto lentamente, avviene intorno al 4 anno di età di vita, e si accoppia solitamente in primavera, dopo il letargo invernale. Per deporre le uova la femmina scava nella terra una buca dove depone le uova che poi vengono coperte dalla terra. L’incubazione dura da 4 a 9 mesi, a seconda della specie, e quando le uova si schiudono i piccoli che nascono sono già in grado di mangiare le stesse cose che mangiano gli esemplari adulti. Per le tartarughe acquatiche i piccoli seguiranno invece la mamma in mare e impareranno a nuotare.

Curiosità sulla tartaruga

Ci sono alcune curiosità che potrebbero interessarti e farti conoscere un pochino di più questo animale:

  • le tartarughe emettono leggeri suoni o sibili ed emettono questi suoni posizionando la testa in modo da modificare il modo in cui viene emessa l’aria dai polmoni, questo perchè le tartarughe non hanno corde vocali.
  • La tartaruga è uno degli animali più longevi, e la specie gigante può arrivare a vivere fino a 130 anni.
  • Proverbialmente si dice “andare lento come una tartaruga” ma esistono animali che sono ancora più lenti, come ad esempio il bradipo e la lumaca, infatti la tartaruga può percorrere 100 metri in un ora mentre gli altri due solo 50 metri nello stesso tempo.
  • La tartaruga alligatore è fornita di una escrescenza di colore rosa sulla lingua che sembra un verme, le serve per cacciare e catturare il pesce.

Ti potrebbero interessare anche: