Dove vive il fenicottero rosa?

Il fenicottero rosa (Phoenicopterus roseus) predilige le zone calde, e questo è il segreto per cui tutti i fenicotteri sono sopravvissuti per milioni di anni. Tra i luoghi che i Fenicotteri rosa preferiscono ci sono la Cordigliera delle Ande e le regioni del Sud America, infatti contrariamente a quanto si pensi, i Fenicotteri riescono a vivere anche nelle zone montuose. Si trovano anche colonie numerose sia in Francia che in Spagna. Amano i luoghi con abbondante acqua, quindi vivono vicino alle lagune, laghi o zone paludose e l'acqua che bevono è alcalina. Nella maggior parte delle paludi dove sono presenti questi tipi di uccelli è presente il plancton di colore rosa, il cui pigmento viene assorbito dal Fenicottero che prende il caratteristico color rosa pallido. Uno dei più grandi insediamenti di questi uccelli si trova in Africa, dove è presente il fenicottero nano con più di un milione di capi (Phoenicopterus minor). Questi meravigliosi uccelli rosa si trovano anche in Perù, Argentina, Uruguay, Paraguay, Bolivia e Brasile meridionale, mentre i fenicotteri caraibici si trovano a Cuba, nelle Bahamas e nello Yucatan.

Indice dei contenuti

  1. Habitat del fenicottero
  2. Cosa mangia il fenicottero?
  3. Caratteristiche del phoenicopterus
  4. Riproduzione del flamingo
  5. Il Fenicottero Caraibico
  6. Il Fenicottero Cileno
  7. Il Fenicottero Andino
  8. Il Fenicottero James

Habitat del fenicottero

Come già detto questa specie vive in quasi tutti gli habitat dove c'è molta acqua ma vive tranquillamente anche in zoo o riserve. Un tempo queste tipologie di uccelli si trovavano in tutti i continenti, oggi possiamo trovarli in luoghi ben forniti di acqua e cibo e molto ampi, in quanto hanno bisogno di allungare le ali. Oggi possono vivere in qualsiasi area del continente purché riescano a trovare i mezzi necessari per vivere. Preferiscono i laghi ma riescono a vivere anche in acqua salata. È importante che il luogo in cui vivono sia privo di vegetazione e le acque in cui si nutrono ricche di alghe, molluschi, crostacei, diatomee e altri organismi che servono da nutrimento. I fenicotteri amano nuotare e soprattutto cibarsi mentre nuotano, solitamente lo fanno di notte.

Cosa mangia il fenicottero

Il becco di questo animale è capace di filtrare acqua ma soprattutto fango e questo gli permette di consumare molto facilmente il cibo, costituito da crostacei, molluschi, semi, insetti, alghe. Per cercare il cibo gli uccelli introducono le zampe nel fango e muovono la testa avanti ed indietro da una parte all'altra per raccogliere la miscela di acqua e cibo. Per fare questo devono trattenere aria in quanto è necessario mettere la testa sott'acqua per cercare il cibo. Riescono a stare sott'acqua da qualche minuto fino ad un'ora, quando sollevano la testa dall'acqua traggono un lungo respiro veloce e ricominciano da capo per svariate volte. Solitamente nuotano solo quando non trovano abbastanza cibo in superficie e a volte sono in grado di volare anche per centinaia di km, ad esempio nel caso in cui sia a rischio la loro sopravvivenza per mancanza di cibo; proprio per questo riescono ad adattarsi ai nuovi habitat. Hanno anche bisogno di bere acqua fresca e, a seconda di dove vivono, riescono anche a bere da geyser bollenti senza però danneggiare gli organi interni. Nelle narici possiedono delle ghiandole che consentono di rimuovere il sale in eccesso nel loro corpo. I fenicotteri in cattività vengono alimentati con granuli che danno loro la pigmentazione giusta, in modo che il colore resti brillante.

Caratteristiche del Phoenicopterus roseus

Il nome Fenicottero deriva dal greco Phoenix "color rosso porpora" e pteron "penna, ala" ed indica il caratteristico colore di questo uccello, che varia tra il rosso e il rosso acceso. In varie lingue come il portoghese, inglese, tedesco, turco ed altri idiomi, questo animale viene chiamato flamingo, dallo spagnolo "flamenco", che a sua volta deriva dal catalano provenzale "flamenco" ovvero fiammante, fiammeggiante. Il fenicottero appartiene alla stessa famiglia delle cicogne, degli aironi e dell'ibis, ma sono gli unici membri di questa famiglia chiamati Phoenicopteridae e si distingue per le lunghe gambe, per il collo lungo e ricurvo e una vocalizzazione simile a quella dell'oca. Il fenicottero comune è la specie più grande, misura tra i 120 e 150 centimetri, pesa circa 3,5 Kg. mentre il fenicottero nano misura circa 80 centimetri e il suo peso è di 2,5 Kg. I maschi sono più grandi e pesanti delle femmine. Ha un'apertura alare che varia tra i 120 e i 170 centimetri di lunghezza e può raggiungere, in volo, una velocità di circa 60 Km/h. Il suo becco è molto particolare, è lungo, spesso, con la parte superiore più piccola e curva dal basso verso il centro, ed ha dei piccoli inserti che gli danno la possibilità di filtrare il fango e trattenere il cibo all'interno della bocca; questo becco consente al fenicottero di poter cercare il cibo anche nel fango senza nessun problema.

Il colore delle piume varia sia dalla specie sia da dove vivono, ad esempio quelli che vivono nelle zone caraibiche hanno un colore molto più intenso, carminio o vermiglio e sono più luminosi, quelli del Cile sono di un rosa pallido. Il colore dipende molto anche dall’alimentazione. I fenicotteri raggiungono il colore rosa del piumaggio e il colore giallo degli occhi in età adulta perchè da piccoli sono bianchi o grigi e dalla nascita, anche gli occhi sono grigi. Sono muniti di 12 penne di colore nero, che si possono vedere solo nel momento in cui stendono le ali. Il fenicottero è molto socievole, ed è molto facile vedere centinaia di questi uccelli vivere nel proprio habitat naturale, Durante il giorno mangiano, si puliscono e risposano; proprio durante questo momento sviluppano un olio naturale che viene prodotto da una ghiandola situata alla base della coda, che copre completamente le piume rendendole impermeabili. Tra le caratteristiche di questo uccello è che può avere dalle 16 alle 20 vertebre cervicali e i piedi sono formati da 4 dita unite da un rivestimento di pelle (palmate), tre sono posizionate sulla parte anteriore e una sulla parte posteriore, per permettergli di restare in equilibrio. Se ti stai chiedendo quanto vive un fenicottero, la sua longevità varia tra i 25 e i 30 anni se vive in condizioni ambientali ottimali e in cattività può vivere anche fino a 50 anni.

Riproduzione del Flamingo

Per il corteggiamento e la riproduzione questi fantastici animali scelgono con scrupolo il luogo destinato alla nidificazione, infatti deve essere preferibilmente in prossimità dei delta dei fiumi e soprattutto ricco di cibo. Durante il mese di marzo inizia la stagione degli amori ed i maschi attirano le femmine esibendosi in una danza molto pittoresca dove muovono ripetutamente il loro lungo collo. Una volta conquistata la femmina avviene l’accoppiamento; la femmina generalmente depone due uova in un nido a forma di cupola, creato con fango indurito, con una depressione poco profonda sulla cima. Le uova verranno covate per circa un mese. I piccoli che nasceranno verranno nutriti con una sostanza liquida di colore rosso e solo al compimento della undicesima settimana di vita potranno volare. Raggiungono la maturità sessuale prima dei 3 anni di età, quindi la maggior parte di questa specie non si accoppierà per la prima volta prima dei 5/10 anni di età

Oltre alle due specie di fenicottero sopra menzionate (l’esemplare rosa e quello nano) esistono altri tipi di fenicotteri nel mondo e sono: Fenicottero caraibico o rosso ( ruber di Phoenicopterus ), Fenicottero andino ( Phoenicoparrus andinus ), Fenicottero James ( Phoenicoparrus jamesi ), Fenicottero cileno ( Phoenicopterus chilensis ). Qui sotto troverai un elenco con le varie tipologie di fenicottero, dove vive ognuna di loro e altre curiosità.

Dove vive il Fenicottero Caraibico (Phoenicopterus Ruber)

Il Fenicottero Cubano, detto anche F. caraibico o F. Rosso vive in Mesoamerica, nelle Galapagos, a Cuba, a Sud di Cayo Coco, nel nord delle province di Ciego di Avila ( Cayo Coco) e Camagüey (il Rio Maximo ) Si può affermare che questa sia la più grande colonia dell'America Latina e dei Caraibi. Questo fenicottero vive tranquillamente in zone umide di acqua marina, e nelle saline dove si trovano molti tronchi, cortecce e fango che servono per nidificare. Si nutre di alghe, molluschi e crostacei; si ciba prevalentemente alle prime ore della mattina o verso sera e questo "rito" viene svolto in gruppo.

Caratteristiche e riproduzione del Fenicottero Rosso

Misura circa circa 120 centimetri, ha un'apertura alare di circa 140/170 centimetri ed un peso che varia tra i 2 e i 4 Kg. La fase riproduttiva inizia ad aprile, dopo che i maschi iniziano a spostarsi per cercare la partner con la quale iniziare questa fase. Una volta trovata la compagna, che resterà tale per tutta la vita, inizierà il periodo di riproduzione e la costruzione del nido. La femmina depone solitamente 1 solo uovo e la cova dell'uovo dura tra circa un mese (di solito 28 giorni); entrambe i genitori covano l'uovo. I piccoli nascono solitamente nel mese di giugno e dopo circa 30 giorni dalla nascita saranno in grado di poter volare.

Dove vive il Fenicottero Cileno ( Phoenicopterus chilensis )

Questo tipo di fenicottero vive tra Arica, Parinacota e la Terra del Fuoco, si trova anche nel centro del Perù, in Ecuador, Brasile, Bolivia, Paraguay, Argentina e Uruguay. Questi fenicotteri sono uccelli che vivono in regioni con un clima tropicale, subtropicale e temperato, ma anche negli ambienti freddi della regione meridionale dell'America. Il suo habitat principale è in laghi salati, paludi costiere e lagune ed anche in aree fino a 4500 metri sul livello del mare. I laghi in cui possiamo trovarli sono generalmente formati da acqua alcalina e di poca profondità, spesso circondati da un paesaggio arido o desertico. Il fenicottero cileno si nutre principalmente di alghe verdi, di plancton, di invertebrati e di crostacei, mosche e molluschi marini. Questo esemplare non può bere acqua salata ma solo acqua dolce, in modo tale da potersi idratare, per questo deve volare, spostandosi continuamente alla ricerca di fonti di acqua dolce.

Caratteristiche e riproduzione del Fenicottero Cileno

Anche questa specie è molto socievole e svolge la maggior parte delle sue attività durante il giorno. Il fenicottero cileno spende un sacco di tempo a lisciarsi le penne e a fissarle in quanto le regioni in cui vive solo più fredde rispetto a quelle dove vivono i fenicotteri caraibici. Una curiosità è che questi fenicotteri volano in stormi ed è facile vederli volare in formazione a V. Come altre specie di fenicottero questo uccello ha una sola compagna per tutta la vita, ma durante la cova ha la necessità di avere altri esemplari accanto. La deposizione dell'uovo può avvenire in qualsiasi momento dell'anno ma sembra che sia privilegiato il periodo primaverile, in quanto in questa stagione il cibo è più abbondante. Intorno ai 6 anni questa specie raggiunge la maturità sessuale e può quindi iniziare ad accoppiarsi; il corteggiamento avviene in grandi gruppi. La colonia di fenicotteri cerca uno specifico luogo e iniziano le danze di corteggiamento con movimenti del corpo che vogliono far risaltare anche il colore delle piume. La riproduzione va a buon fine se la colonia ha meno 15/18 fenicotteri, essi si accoppiano quasi contemporaneamente, in modo che il periodo della deposizione avvenga nello stesso periodo per tutti. Una volta che la coppia ha costruito il nido, la femmina depone 1 solo uovo che cova a turno con il compagno, L'incubazione dura tra i 26 e i 31 giorni e a 5-8 giorni i piccoli lasciano il nido per unirsi agli altri pulcini, in una specie di nido comune.

Dove abita il Fenicottero Andino ( Phoenicoparrus andinus )

Questa specie di fenicottero vive in una piccola area caratterizzata da vari altipiani, in Sud America, sulla Cordigliera delle Ande, in Bolivia, nel nord ovest dell'Argentina, in Cile e nella zona meridionale del Perù. Il suo habitat ideale è tra i 2300 e i 4500 metri sul livello del mare, in laghi salini ed alcalini. La specie di questo fenicottero si trova a Laguna Mar Chiquita, Laguna de Salinas e Salar de Atacama. Si nutre di piccoli pesci, di invertebrati acquatici, alghe blu/verdi e altri organismi.

Caratteristiche e riproduzione del fenicottero Andino

La differenza tra questa e le altre specie è che questo fenicottero ha zampe lunghe, piedi gialli e varia leggermente il colore del piumaggio. Ha il collo lungo, curvo, la sua lunghezza varia tra i 102 e i 110 centimetri con un'apertura alare che varia da 1 a 1,6 metri, il suo peso è tra 1,5 e 4,1 Kg. Come tutti gli altri fenicotteri della specie, è un animale molto socievole e forma colonie di centinaia di membri. È molto attivo durante il giorno; è un nomade, infatti è in grado di percorrere 1,100 km. al giorno alla ricerca di nuovi habitat con grandi quantità di cibo. Anche questo fenicottero è monogamo e resta con il proprio partner per tanto tempo, soprattutto durante l'incubazione delle uova. La stagione riproduttiva si verifica tra dicembre e gennaio, la coppia forma il nido, che è fatto di argilla, e deposita un solo uovo di una tonalità rosa pallido. Tutti e due contribuiscono all'incubazione dell'uovo per circa 27/31 giorni e questa attività è svolta in colonie molto grandi. La maturità sessuale di questo fenicottero avviene tra i 3 e i 6 anni.

Dove vive il Fenicottero James ( Phoenicoparrus jamesi )

Il fenicottero James è una specie di uccello molto raro, pertanto non conta molti esemplari e la zona in cui vive non è molto estesa. Infatti il suo habitat naturale si trova nell'estremo sud del Perù, nord del Cile e dell'Argentina e in Bolivia. Vive principalmente sull’'altopiano andino, in laghi salati dal substrato soffice, bassa profondità e con acque ad alta alcalinità, infatti questi laghi sono ricchi di sodio, ma in alcune zone tropicali questo fenicottero può vivere anche in acqua dolce. Si ciba di microscopiche alghe, quelle preferite sono del genere Gyrosigma e Cymbella, e le alghe blu/verdi.

Caratteristiche e riproduzione del Fenicottero James

Questo fenicottero ha le gambe molto lunghe, la testa piccola e un becco ricurvo verso il basso di colore giallo alla base e nero verso la punta, intorno agli occhi è di colore rosso, il corpo ha un piumaggio bianco e rosa. Misura dai 90 ai 92 centimetri di lunghezza e pesa circa 2 kg. la sua apertura alare è di circa 1/1,6 metri. Come altri della sua specie è un animale molto socievole e tende a formare gruppi molto numerosi che a volte includono anche altre specie di fenicotteri. È un animale che migra stagionalmente ma non copre lunghe distanze e ha una velocità di circa 60 Km/h. Per quanto riguarda la riproduzione, questa specie raggiunge la maturità sessuale intorno ai 3/4 anni ma la riproduzione inizia verso il sesto anno. Si riproduce in alta quota e durante il periodo invernale scende a bassa quota. Questa specie quando nidifica si unisce ad altri gruppi di fenicotteri che hanno già nidificato e la femmina depone un uovo singolo che pesa circa 115 gr.. Sia il maschio che la femmina si alternano per l'incubazione per circa 27/31 giorni e durante la schiusa. Già a tre mesi il pulcino può vivere da solo, quindi nutrirsi e stare insieme agli altri fenicotteri.